Vinificazione e invecchiamento

Un totale rinnovo

Dalla sua acquisizione nel 2015, le prime due vendemmie sono state vinificate in condizioni particolarmente difficoltose. Con l’arrivo del nuove attrezzature in cantina, il 2017 ha segnato un punto di svolta, riconfermata anche nel 2018. I lavori di restauro della cantina vinicola in pietra sono ora completati.

Un accompagnamento delicato dei vini

Una volta arrivati in cantina, i grappoli di uva vengono diraspati, selezionati, ed introdoti in vasche di cemento mediante la gravità. La fermentazione avviene a temperature controllate con graduate e delicata estrazione dei tannini, ultimata con una leggera pressatura. L’obiettivo ultimo è di valorizzare la freschezza del fruto e l’eleganza dei tannini.

Dopo la fermentazione alcolica e malolattica, il vino invecchia in botti, barrique, oppure in piccoli foudres (da 500 litri), secondo la loro indoneità al legno e il profilo che si vuole loro conferire. Prima di essere imbottigliati, riposano da 12 a 18 mesi nella quiete della cantina.